Tutti a Roma per un NO definitivo agli OGM!

Pubblicato: martedì, 18 giugno 2013

Tutti a Roma per un NO definitivo agli OGM


ROMA – Giovedì 20 giugno – ore 17.00


Da anni Slow Food (assieme alla Task Force per un’Italia Libera da Ogm) chiede, ai diversi Governi che si sono succeduti alla guida del Paese, di esercitare la clausola di salvaguardia per vietare la messa a coltura di piante geneticamente modificate.

La tutela della biodiversità e tutti i valori a cui si ispira la nostra Associazione ci hanno posto nel fronte di coloro che ritengono gli Ogm gravemente dannosi per il nostro patrimonio agricolo, per la sovranità alimentare del nostro Paese e quindi per la nostra stessa economia e cultura.
Da mesi denunciamo il rischio di nuove semine di Ogm non autorizzate nel nostro Paese (come già avvenne nella primavera 2010) e puntualmente ciò è avvenuto negli ultimi giorni (in Friuli), con la minaccia di continuare nei prossimi.

A seguito di questi gravi fatti, la Task Force di cui facciamo parte ha deciso di convocare una manifestazione per giovedì 20 giugno alle ore 14.30 di fronte a Montecitorio.

Vogliamo che i campi seminati illegalmente vengano distrutti e che non avvengano più semine non autorizzate, che mettono a rischio l’identità del nostro patrimonio agroalimentare e la ricchezza della nostra biodiversità: l’auspicio è, dunque, quello di essere in tanti, perché questa è una posizione condivisa dalla stragrande maggioranza di agricoltori e cittadini.

Invito tutti i soci e i simpatizzanti di Slow Food, tutti i sostenitori e i membri della rete di Terra Madre, a unirsi a noi in questa giornata di fondamentale importanza per il futuro del nostro cibo.
Ci troverete davanti a Montecitorio con le bandiere di Slow Food: vi aspettiamo!


Roberto Burdese
Presidente Slow Food Italia


 

Allarme OGM in Italia

Scrivi al Ministro della Salute per fermare la contaminazione OGM

Pochi giorni fa in Friuli è stato seminato mais OGM della Monsanto in due campi. L’autore di questo atto irresponsabile ora sta minacciando di ripetere l’operazione in altre Regioni. C’è solo un modo per fermarlo: chiedere al Ministro della Salute Lorenzin di adottare misure di emergenza in grado di vietare ogni forma di coltivazione di OGM a tutela degli ecosistemi e della nostra agricoltura.

Se lasciamo che altro mais OGM venga seminato e che le piante crescano, in poco tempo fioriranno e il loro polline si disseminerà sui campi vicini e su un’area ben più vasta, trasportato dal vento e dagli insetti. Stiamo rischiando una forte contaminazione OGM in Italia.

I Ministri dell’Agricoltura e dell’ Ambiente si sono già espressi a favore del blocco di queste coltivazioni. Cosa aspetta il Ministro della Salute?

Entra in azione. Manda subito un messaggio al Ministro Beatrice Lorenzin compilando il modulo presente sulla pagina ufficiale di greenpeace.org.


» Entra in azione e manda il tuo messaggio al Ministro!


 


Posted in Archivio, Iniziative, Segnalazioni | Comments (0)

Pubblica un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Documento senza titolo

SLOW FOOD
Condotta
Basso Mantovano

p.za V. Veneto, 11
46020 PEGOGNAGA (MN)

E-mail

tel. 329.3176082
fax 0376.550238

c.f. 91009650200